Scacco alla Sacra Corona Unita, 58 arresti a Brindisi

Carlomagno Jeep Renegade Sett. 2020 Per ricevere gli aggiornamenti metti "Mi piace" sulla nuova pagina Fb
Frame del video dei carabinieri di Brindisi
Frame del video dei carabinieri di Brindisi

58 persone arrestate è il bilancio di un’oerazione antimafia in Puglia. A eseguire l’ordinanza i carabinieri di Brindisi. Il gruppo è accusato a vario titolo di associazione mafiosa, concorso in omicidio, traffico illecito di sostanze stupefacenti, porto e detenzione illegali di arma da fuoco e spaccio di sostanze stupefacenti.

Si tratta di presunti affiliati alla Sacra Corona Unita, nella fazione attiva a Brindisi e hinterland. Tra gli episodi oggetto di indagine, anche l’omicidio di Antonio Presta, figlio di Gianfranco, già collaboratore di giustizia, ucciso a San Donaci il 5 settembre del 2012.

Il provvedimento restrittivo è stato richiesto dal pm Alberto Santacatterina della Dda di Lecce, e emesso dal gip Vincenzo Brancato. L’inchiesta, denominata Omega, è centrata sulle attività di due gruppi riconducibili a Pietro Soleti di San Donaci e ai fratelli Carlo e Pietro Solazzo di Cellino San Marco.

Gli affiliati alla rete avrebbero compiuto diverse intimidazioni tra cui quella all’abitazione del comandante della stazione dei carabinieri di San Donaci. I gruppi reperivano armi dai paesi dell’est.

Per ricevere gli aggiornamenti metti "Mi piace" sulla nuova pagina Fb