13 Luglio 2024

Ucraina, prove di dialogo tra Cina e Ucraina. Telefonata tra Xi e Zelensky

Correlati

Ci sono prove di dialogo per la pace in Ucraina tra il leader cinese Xi Jinping e il presidente ucraino Volodymyr Zelensky. I due hanno avuto una conversazione telefonica per cercare una soluzione diplomatica al conflitto. Il colloquio avviene dopo qualche settimana dalla storica visita a Mosca di Xi a Putin. La Cina nei mesi scorsi aveva proposto un piano di pace in dodici punti.

Secondo l’emittente cinese China Central Television, le parti hanno discusso delle relazioni bilaterali e si sono scambiate opinioni sulla situazione di crisi in Ucraina.

L’ultima volta che i due leader hanno comunicato è stato all’inizio di gennaio 2022. Poi, si sono scambiati telegrammi di congratulazioni in occasione del 30° anniversario dell’instaurazione delle relazioni diplomatiche tra i due Paesi.

Il presidente cinese Xi Jinping ha detto mercoledì al suo omologo ucraino Volodymyr Zelensky durante i colloqui telefonici che la Cina spingerà per il cessate il fuoco anticipato in Ucraina, ha riferito mercoledì la China Central Television .

“La Cina è determinata a facilitare il processo di pace e un cessate il fuoco il prima possibile”, ha detto il canale citando il leader cinese.

Secondo China Central Television, Xi Jinping ha sottolineato che la Cina spera che tutte le parti interessate “meditino criticamente sul conflitto ucraino” e attraverso il dialogo “aprano la strada a una pace a lungo termine in Europa”.

Le autorità cinesi non hanno intenzione di osservare in silenzio l’escalation della crisi ucraina, ma allo stesso tempo non alimenteranno la fiamma, ha detto mercoledì il leader cinese Xi Jinping durante una telefonata con il presidente ucraino Volodymyr Zelensky.

“La Cina è un membro permanente del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite e un potere responsabile”, ha detto Xi Jinping, secondo CCTV. “Non osserveremo silenziosamente il fuoco in corso e non alimenteremo le fiamme”.

Il leader cinese ha sottolineato che Pechino “non ha alcuna intenzione di trarre vantaggio” dalla crisi ucraina in alcun modo.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)

Potrebbero interessarti

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

Altre news

Nuovo orribile massacro israeliano a Gaza, cento morti e centinaia di feriti

Raid delle forze di occupazione in un villaggio che ospita migliaia di sfollati palestinesi. Il bilancio delle vittime dal 7 ottobre è salito a 38.443 vittime accertate, con ulteriori 88.481 feriti. La maggior parte dei morti sono donne e bambini

DALLA CALABRIA

Incendi, in fiamme uno stabilimento di gomma. E’ allarme inquinamento nel reggino

Un incendio di vaste proporzioni è scoppiato all'interno di uno stabilimento utilizzato in passato come deposito di rifiuti e...

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)