19 Luglio 2024

Parigi, Anonymous all'Isis: "Noi non perdoniamo. Aspettateci". VIDEO

Correlati

Parigi, Anonymous all'Isis Noi non perdoniamo. Aspettateci
Parigi, Anonymous all’Isis: “Noi difenderemo la nostra Libertà. Noi non perdoniamo. Aspettateci”

“Basta terrorismo, basta sofferenza, basta morte”. Anonymous, la più grande comunità internazionale di hacker e attivisti digitali, scende in campo per difendere la “libertà” messa a rischio dai jihadisti dell’Isis. In un video multilingue pubblicato sui canali Social, l’organizzazione esprime “cordoglio” ai parenti delle vittime e si dice determinata a “smascherare i membri dei gruppi terroristici responsabili dell’attacco a Parigi”. Contemporaneamente, Anonymous ha lanciato l’hashtag #OpParis per pubblicizzare l’iniziativa. “Non non perdoniamo, aspettateci”, è il messaggio che lanciano ai criminali

Non è la prima volta che gli “hacktivist” prendono posizione contro gi uomini del califfato che, peraltro, sempre di più usano la rete e i social network non solo per diffondere la loro propaganda ma anche e soprattutto per reclutare nuovi affiliati al loro gruppo.

Già dopo gli attacchi di gennaio a Charlie Hebdo, sempre a Parigi, Anonymous aveva infatti lanciato una campagna per arginare l’attività su internet dell’Isis.

Ora si compie un passo ulteriore. “Noi non ci fermeremo, noi non perdoneremo, e faremo tutto ciò che è necessario per mettere fine alle loro azioni”, dice un portavoce dell’organizzazione, vestito in abito nero e con la maschera di Guy Fawkes, vero e proprio emblema di Anonymous.

VIDEO DI ANONYMOUS

“Facciamo appello a voi”, prosegue l’attivista. “Riunitevi, mobilitatevi, difendete i nostri valori e la nostra libertà e aspettatevi una mobilitazione totale da parte nostra”, intesa a rintracciare e oscurare uno dei più importanti canali di comunicazione dei terroristi: internet.

“Questa violenza – aggiunge il portavoce – non ci deve indebolire ma anzi deve darci la forza di riunirci e lottare insieme contro l’oscurantismo e la tirannia”. Il messaggio video si chiude con “Noi siamo Anonymous, Noi siamo la legione, Noi non perdoniamo, Noi non dimentichiamo. Aspettateci!”


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)

Potrebbero interessarti

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

Altre news

Condannato a 16 anni il giornalista del WSJ Gershkovich. Giudice russo: “Spionaggio”

Il reporter del Wall Street Journal Evan Gershkovich, di 33 anni, è stato dichiarato colpevole di spionaggio e condannato...

DALLA CALABRIA

Trentottenne trovato in possesso di oltre 8 kg di droga, in cella

Durante una perquisizione è stato trovato in possesso di oltre 8 chilogrammi di droga pronta per essere smerciata nelle...

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)